Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Studio di Psicologia e Psicoterapia (logo)


Contenuti centrali

Lavori e Ricerca

->

La banca del sogno

->13 anni

 

13 anni

Anna

io con le mie amiche di scuola Rossella, Katya,Giusy, Rosanna e M. Antonella dovevamo partire per un viaggio fittare una casa ed abitare insieme per più di un mese. La mattina alle 6:00 dovevamo prendere il treno e quindi noi tutte ci incontravamo alla stazione.
Il tempo che arrivasse salutavamo i genitori ed i familiari un po’ dispiaciuti. Noi eravamo molto felici di stare tutti insieme perché dovevamo fare molto casino, del genere cantare, ballare, saltare e cosi via…
Quando arrivammo andammo in questa grandissima casa dove giù in giardino c’era una grandissima piscina con ai lati le montagne, noi incuriositi della casa correvamo a guardarla, rimanemmo a bocca aperta per quanto le stanze erano giganti. Intorno c'erano tanti giochi tra questi, biciclette, pattini, ecc.
Così passo stupendamente la prima giornata. Il 2° giorno vennero 2 ragazzi spettacolari che sembravano quelli dei cartoni animati: alti, capelli biondi e occhi azzurri con lineamenti molto gentili ed eleganti. All’improvviso sentii la voce di mia madre che gridava ANNA. Mi svegliai, e davvero c'era mia madre che mi chiamava per andare a scuola.
 
Antonella

Ho sognato di essere con le mie amiche in una grande piscina.
L'acqua era limpida e chiara e il fondale era composto da mattoni di marmo. C'era un senso di tranquillità.
Quando ci voltammo, vedemmo colonne in marmo dalle quali scendeva acqua.
Era una bellissima costruzione, che custodiva nel suo interno una statua a forma di angelo, con un arco in mano, pronto a scoccare la sua freccia.
La statua rappresentava un angelo con due guance come due mele e con il volto sorridente che dava l'impressione di voler essere ammirato a causa della sua espressione.
 
Anna

Io e le mie amiche eravamo in un enorme prato di fiori multicolori, che si mescolava con l’azzurro del cielo; ci divertivamo molto, correvamo e scherzavamo. Ad un certo punto abbiamo visto arrivare delle altre amiche e, insieme raccoglievamo i fiori di tutti i tipi : margherite, tulipani, papaveri ecc…