Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Studio di Psicologia e Psicoterapia (logo)


Contenuti centrali

Lavori e ricerche

->

I Sogni nel cassetto

->ognuno abita in un sogno
"ed ognuno nè ha sempre qualcuno in cui credere..."
 

I Sogni nel cassetto


Ognuno di noi possiede poche o moltissime risorse che hanno a che vedere con le proprie innate aspirazioni, obiettivi o inclinazioni o attitudini soddisfatte o represse e che sono diversissimi da soggetto a soggetto e che qui definiamo "sogni". Il nostro cassetto mentale li conserva tacitamente e segretamente a vita, li archivia o meglio ancora attende il momento opportuno per realizzarli o a volte mai soccombendo con essi. La nostra vitalià è nella direzione della loro potenziale realizzazione e rappresenta l' abbattimento dei sintomi, dei malesseri con la conseguente esplosione della pulsione di vita. Racconta anche i tuoi sogni nel cassetto allo Studio BURDI. Eccone alcuni .
Antonio

Caro dottor Burdi, negli ultimi 3 mesi ho ritrovato, grazie alla psicoterapia, un mare di serenità. I miei desideri sono questi: innamorarmi e vivere una bella storia d’amore; con questa persona fare quel viaggio che da tempo progetto ossia di attraversare l’Africa col mio fuoristrada dal Cairo fino a Città del Capo(Non sarebbe una fuga come avrei fatto 5 mesi fa ma solo per il piacere del viaggio); ritrovare un rapporto con i miei genitori; fare l’amore con Belen (m’ero dimenticato la cosa più importante!!!). Ti abbraccio Antonio.
Valeria

Caro dottor Burdi, sono Valeria e i miei sogni sono: diventare una scrittrice famosa, comprare un’isola, diventare un’imprenditrice, fare un lavoro creativo, lasciare un’impronta, avere un cavallo, essere serena, sicura e forte, fare volontariato in Africa, fare il giro del mondo, lavorare per l’EU, avere un rapporto sereno con mio padre e stare bene ovunque.
Ginevra

Caro dottor Burdi, mi piacerebbe: avere un’autonomia economica; andare a vivere da sola; prendere una laurea; dimagrire di altri 10 kg; realizzarmi professionalmente; avere una famiglia; andare via dall’Italia; avere saldi rapporti di amicizia; viaggiare; comprare una moto; scrivere per un giornale; vorrei spegnere qualche volta il mio lato eccessivamente razionale; vorrei farmi meno domande e agire senza paura delle conseguenze; vorrei essere soddisfatta di me stessa e diventare una maestra di sci.
Pietro

Caro dottor Burdi, i miei desideri sono: sposare Isa e vivere con tranquillità anche dal punto di vista economico; avere 3 figli; un’auto bellissima; avere uno chalet in montagna in Trentino e una villa al mare in Sardegna per portare i bambini; avere un cane e una barca di almeno 6 metri.
Alessio

Sono Alessio e mi piacerebbe: realizzarmi dal punto di vista economico e personale, lavorare a Bari, suonare la chitarra, fare un corso di inglese, vincere al super enalotto e passare un’intera estate a Bora Bora.
Cristina

Dottore, i miei sogni nel cassetto sono: avere una relazione affettiva stabile con un uomo e avere 3 figli; avere una casa mia acquistata con i miei risparmi futuri; scrivere un libro; avere un lavoro stabile che mi garantisca entrate sicure; vedere i miei genitori felici e soprattutto avere il giusto tornaconto con mio padre che non mi sostiene ma mi opprime; avere un’auto; imparare a cucinare come mia madre; avere un orgasmo attraverso la penetrazione.
Simona

Sono Simona e i miei sogni nel cassetto sono: avere una barca a vela, avere una casa in campagna, fare un viaggio in India durante Holì, lavorare con i cani, avere una pasticceria, girare il mondo e vivere di questo, realizzare da me i miei vestiti, imparare a suonare uno strumento e saper educare i miei figli.
Luigi

Vorrei tanto ritrovare la spontaneità del sorriso, l’autostima ed essere un po’ più egoista.
Kekkoufo5

. Condutture radiofonico per programmi parlati tematiche sociali / saggistica . Essere titolare di una radio locale tutta mia . Autore ideatore radio televisivo . Imparare la lingua inglese . Viaggiare in posti caldi . Imparare a fare l'investigatore privato ed aprire un'agenzia tutta mia . Diventare giornalista pubblicista . Avere un posto nel mondo (dare un senso alla mia esistenza) . Conoscere persone ed avere nuovi amici . Essere più sicuro di me stesso . Avere un buon rapporto con mia sorella
Elio

Mi piacerebbe risolvere il mio problema, trovare e vedere serenità, una famiglia con un figlio, una villa con piscina e incontrare Vasco Rossi.
Luca

I miei sogni sono: occuparmi di sicurezza nel primo cantiere di colonizzazione costruito su Marte; prendere il brevetto di pilota civile di aerei ed elicotteri; comprare un terreno e costruirmi da solo una casa; ripercorrere con un cabinato a vela la rotta di Ulisse; aprire un’autofficina; imparare a suonare il violino; stringere la mano ad un essere di un altro pianeta per dimostrare che tutte le religioni sono una bufala colossale e infine trovare una compagna che non sbuffi sentendo tutto questo.
Filippo

I miei sogni sono: progettare un sistema SW che cambi il modo di vivere della gente comune; avere un’azienda propria e seguirla da un paradiso tropicale; una bella casa con giardino in pieno centro; avere la libertà di dire tutto quello che penso senza offendere nessuno; mangiare senza ingrassare; essere sereno e riuscire ad aiutare gli amici in difficoltà; bere senza ubriacarsi e fumare senza morire.
Giorgia

..vorrei poter uscire sola usando le mie gambe. Vorrei poter andare a Milano e camminare entrando e uscendo da tutte le metropolitane senza sentirmi soffocare. Vorrei poter prendere un aereo e andare a Parigi, New York, Tokyo. Vorrei poter lavorare con i cani per potergli dare tutto l'amore che ho. Vorrei poter eliminare l'invidia e la cattiveria della gente che ogni giorno ci assale. Vorrei riuscire a farmi apprezzare da un uomo per ciò che sono. Vorrei sopra ogni cosa essere riconoscente a tutti i miei compagni di gruppo che dal primo giorno, chi prima, chi dopo, hanno cambiato la mia vita migliorandomi. Vorrei riuscire a superare quel blocco che ancora non mi fa esprimere il mio amore per loro anche se ai loro occhi sono un ghiaccio!
Gemma

Caro dottore i miei sogni sono: fare danza classica a livello amatoriale; essere indipendente; aprire un negozio di scarpe; diventare la titolare dello studio senza il supporto di mio padre; diventare una mamma affettuosa e comprensiva diversa da mia madre; essere più serena e allegra.
Vanessa

Cambiare lavoro e farne uno part time che mi tenga impegnata la mattina e libero il pomeriggio per dedicarmi con calma a me stessa, a N. e R. . Laurearmi in psicologia. Vorrei trovare il coraggio di farlo.18 anni fa significava andare a Roma, e comunque non mi ritenevo all'altezza di studiare all'università, dopo aver visto ogni giorno studiare come in una prigione ne ero terrorizzata. Studiare non è mai stato un piacere per me. e non nascondo di averne ancora paura.Volevo studiare psicologia perché volevo capire la mente. non riesco ancora a capire tante cose e misento a disagio in questo mondo. Tante volte ho la sensazione di appartenere ad un altro mondo. tutto quello che mi accade mi tocca troppo, mentre ho l'impressione che gli altri vivano meglio di me perché si fanno meno problemi. Vorrei imparare a farmi scivolare le cose addosso. Vorrei imparare a vivere senza farmi troppi problemi, senza pensare agli altri e senza avere bisogno dell'approvazione degli altri per le mie scelte, anche quelle più banali imparare a essere sicura di me stessa.Vorrei smettere di piangere.Saper gestire i conflitti .Vorrei essere meno sensibile e più forte. Vorrei non essere timida.Imparare l'inglese.Trasferirmi con la mia famiglia a Londra: un progetto, una sfida, un'avventura!Vivere in una casa grande dove ospitare tutti i nostri amici e parenti.Vorrei riprendere ad ospitare gli amici a casa, mi piace molto stare in compagnia e ospitare. Organizzare.Scrivere un libro sulla mia vita, vorrei narrare come ho vissuto l'infanzia, le amicizie, l'amore e la famiglia. Di come ho dato troppo, ho sempre amato gli altri più di me stessa e ho sono sempre stata esigente con loro, perché avrei voluto essere amata allo stesso modo, ma in realtà ero io ad amare in modo estremo. Voglio imparare ad amare in modo equilibrato e ad amare me stessa.Vorrei non soffrire più di emicrania.Vorrei vincere la paura di guidare sulle superstrade o autostrade.Vorrei essere libera e indipendente.Viaggiare spesso.Ballare balli di coppia.Vorrei essere corteggiata e desiderata da un altro uomo.Abbracciare e rasserenare i miei genitori che sono molto preoccupati per il mio malessere e soffrono con me.Riuscire ad accettare quello che è accaduto alla nostra coppia, in particolare riuscire a superare il dolore, la delusione, il fallimento personale.Annullare il confronto con l'altra, distruggerla dalla mia mente, anche se sono sulla buona strada.Ricostruire e rendere più forte il rapporto con R. e vivere serenamente insieme.Ci sono poi dei desideri non più realizzabili perché appartengono alla mia infanzia e adolescenza: - studiare con i miei compagni fino a 15 anni - avere amici con cui giocare da 5 a 13 anni - fare danza ritmica - non avere paura di camminare per strada da sola (correvo anche x brevi tratti) - non avere paura di parlare - andare in discoteca - studiare a casa mia con mia madre - uscire con loro senza portare sempre insieme la nonna - vivere senza doversi preoccupare di quello che le zie e la nonna si aspettavano o volevano. - vivere senza "doveri" - averi voluto amare la scuola - non essere chiusa e timida
Vito

I miei sogni nel cassetto sono: diventare qualcuno uscendo dall’anonimato; vorrei laurearmi e essere una persona preparata; vorrei dialogare senza provare ansia; vorrei entrare in politica; avere una famiglia; non dipendere dai pensieri degli altri.
Paolo

Caro dottore i miei sogni sono: avere un rapporto stabile con una ragazza; costruire una famiglia; vivere per un periodo all’estero; avere un lavoro gratificante; migliorare il rapporto con la mia famiglia; Zeman rimane a Foggia.
Giovanna

I miei sogni sono: trovare l’amore vero che dura per sempre; avere una famiglia felice con dei bambini; comperare una casa in campagna; comprare un cavallo; trovare un equilibrio interiore; imparare a ridere; avere tanti amici che mi vogliono bene; non provare imbarazzo nel sentirmelo dire.
Alessia

Caro dottor Burdi, i miei sogni nel cassetto sono: essere indipendente, riprendere a nuotare, viaggiare, guidare, vivere in una grande città, andare in Australia, essere serena, imparare a fare surf, fare la giornalista su SKY, vedere uno squalo da vicino e riuscire a vivere la mia vita senza condizionamenti.
Francesca

Caro dottor Burdi, quando ero piccola ero una bambina emotiva, idealista e sognatrice. La mia eccessiva sensibilità mi portava a soffrire per gli altri, mi facevo paladina dei più deboli ed ero sempre pronta ad aiutare il prossimo e a contestare le ingiustizie. Ho sempre amato la natura e tutti gli esseri viventi, mi incantavo a guardare le stelle e sognavo un mondo fantastico…parlavo con Dio e con gli angeli e chiedevo loro di aiutarmi. Crescendo la mia sensibilità mi ha creato problemi, non ho saputo impormi e spiegare le ali come avrei voluto, non ho saputo essere egoista quanto basta per non farmi soffocare dalla volontà di chi mi circondava, ho cercato di accontentare gli altri dimenticando me stessa. Così piano piano ho smesso di desiderare, mi sono chiusa nel mio mondo perché ero stanca di far valere le mie ragioni, circondata da sordi ho smesso di parlare e sono precipitata nel buio. Il mio mondo era sempre popolato di sogni e ho continuato a essere intuitiva e anche nel buio chiedevo aiuto alla mia guida che mi ha portato dritta dritta nel suo studio. Ora sono nella luce e ho ricominciato a sognare e desiderare, il passato è perso e ho comunque realizzato anche cose belle, ma la mia vita riparte con un grande desiderio, lavorare a contatto con le persone, mettere a frutto la mia sensibilità e intuitività, la mia dote di entrare facilmente in empatia con gli altri. Ora vedo nuovamente tutti i colori e tutte le sfumature che ogni essere vivente emana. Sono determinata e per nessun motivo mi metterò da parte come facevo un tempo, volere è potere e io semplicemente voglio vivere e realizzare questo sogno con tutta me stessa. La sua guida mi è stata preziosa e non finirò mai di ringraziarla. Francesca.